Ansia Bastoni, sale la preoccupazione in casa Inter

Ansia in casa Inter per il futuro di Alessandro Bastoni. La preoccupazione aumenta, ogni giorno che passa, nei nerazzurri.

Ed il motivo è fin troppo evidente. Nonostante aver conquistato, 13 anni dall’ultima volta, la finale di Champions League in casa Inter si sta facendo i conti con la situazione che vede come protagonista il difensore centrale. Il campione d’Europa sta preoccupando non solamente la dirigenza, ma anche i suoi tifosi.

Il rinnovo non arriva, Bastoni nel mirino delle big
Alessandro Bastoni non ha ancora rinnovato il contratto – CalcioNow.it (Foto LaPresse)

La stagione, almeno per i nerazzurri, terminerà tra meno di un mese. Manca ancora la firma sul rinnovo del contratto. Il “nero su bianco” tarda ad arrivare. La situazione non migliora e le cose non si sbloccano: la tensione cresce sempre di più visto che su di lui si è creata una vera e propria fila di club interessati.

Inter, Bastoni non firma il rinnova: rischio addio?

Il classe ’99, anche nella sfida di ritorno, è stato uno dei migliori in campo della sua squadra. Se i rossoneri hanno trovato molta difficoltà nell’entrare nell’area avversaria è per “colpa” sua e dei suoi colleghi del reparto difensivo. Alessandro Bastoni è una pedina fondamentale nello scacchiere di Simone Inzaghi. Lo sa fin troppo bene la dirigenza che sta facendo di tutto per convincerlo a firmare il rinnovo del contratto.

Una firma che, però, non arriva. Il nativo di Castelmaggiore ha l’accordo in scadenza il 30 giugno del 2024. L’interesse dei club interessati cresce sempre di più. Gli stessi che sono pronti ad approfittarsi di questa situazione per presentare una offerta irrinunciabile alla società. La sua valutazione di mercato, in questo momento, si aggira intorno ai 55 milioni di euro.

Il rinnovo non arriva, Bastoni nel mirino delle big
Alessandro Bastoni seguito da alcune squadre di Premier League – CalcioNow.it (Foto LaPresse)

Una cifra che, a dire il vero, non spaventa affatto le big della Premier League. Sulle sue tracce si sarebbe fiondato il Manchester United ed anche il Chelsea che hanno intenzione di rivoluzionare la difesa. Magari con il suo arrivo. Anche in Italia c’è stato un timido interesse da parte della Juventus, ma difficilmente i bianconeri potranno competere con la potenza economica delle squadre inglesi.

Da non scartare assolutamente neanche l’ipotesi che possa attendere un anno per andare via a parametro zero. Una scelta che ferirebbe non poco il club nerazzurro. La volontà è quella certamente di proseguire il rapporto lavorativo. Anche se lui ed il suo entourage si stanno guardando attorno per cercare anche una nuova soluzione. Nel frattempo, però, la testa è concentrata solamente sui prossimi due obiettivi raggiunti: finale di Coppa Italia e, soprattutto, di Champions League.