Serie A: asta per lo storico club, lo compra l’ex giocatore

Arriva l’incredibile notizie di calciomercato per il futuro del club. Perché oggi è il giorno decisivo per la chiusura definitiva. L’ex calciatore e bandiera può comprare il marchio del club storico di Serie A.

Ci son ora dei nuovi sviluppi che riguardano quello che accadrà alla società in vista del futuro, l’intenzione è quella di ripartire più forti di prima e provare a fare la storia.

Niente ritorno in Serie A
Marchio Chievo Verona Asta Pellissier (LaPresse) – Calcionow.it

C’è un sogno da parte di tutte le persone che negli anni hanno lavorato per questo club che in Serie A ci è stato davvero per tantissimi anni e che spera di ritornarci come un tempo.

Sogno Serie A: uno storico club ci riprova

Stiamo parlando di uno dei club più recenti del calcio italiano. Perché fondato nel 1929 ha poi visto lo scioglimento nel 1936. La rifondazione è arrivata poi nel 1948 e da quel momento in poi sono arrivati diverse partecipazioni a livello Nazionale tra i professionisti con 32 campionati disputati tra 5 in Serie C, 10 in Serie B e ben 17 in Serie A, tra cui 11 consecutivi dal 2008 in poi. Da quel momento in poi la storia è stata scritta, poi però si è tutto interrotto qualche anno fa quando nel 2021 è arrivata la notizia dal fallimento. Perché il club è scomparso dal professionismo proprio nel 201 per diverse vicende che coinvolgevano a livello legale anche l’ormai ex presidente.

Ora però arrivano degli aggiornamenti riguardo quello che potrebbe essere il futuro del club. Perché è realmente in piedi il progetto per provare a riportare di nuovo in Serie A e nel calcio che conta in Italia uno storico club che negli ultimi anni si è fatto valere in modo serio e importante nel nostro paese nonostante si trattasse di una piccola fazione di un quartiere di una grande e importante città che ha già una squadra locale. Stiamo parlando del Chievo che è ufficialmente fallito da anni ma che ora sta provando a risorgere dalle ceneri.

Presto potrebbe aprirsi una nuova era e saranno fondamentali le prossime ore per capire quello che accadrà e come andrà a finire. Perché oggi ci sarà l’asta per il marchio Chievo, la squadra di Pellissier proverà a rilevarlo. La Clivense ha raccolto oltre 900mila euro dai suoi tifosi per il proprio progetto.

Chievo: Pellissier prova l’acquisto del marchio all’asta

Da quando il Chievo Verona è fallito è stato Sergio Pellissier a provare a tenere tutto in vista. Uno dei quelli che è rimasto legato e lo sarà eterno a questi colori con cui ha giocato per ben 17 anni. Perché il Chievo dal fallimento è ripartito con il nome di Clivense ed è stato fondato proprio da Sergio Pellissier ed Enzo Zanin il 13 agosto 2021, con sede in Via Leone Pancaldo 70 a Verona. Si è ripartiti dalla Terza Categoria e ora si punta a riprendere il marchio Chievo.

Proprio nelle prossime ore ci sarà un’asta decisiva per il marchio Chievo che potrà essere acquistato e a farsi avanti è stato Pellissier con la Clivense che ha raccolto quasi 1 milione per completare l’acquisto grazie ai suoi tifosi.

Asta Chievo marchio Pellissier
Asta Chievo marchio Pellissier (La Presse) – calcionow

Il Chievo sta tornando: asta per il marchio e Serie D

Una questione di cuore che potrebbe presto diventare una storia da narrare nel mondo dello sport. Perché la Clivense ha vinto il campionato di Terza Categoria, poi ha comprato il titolo in Eccellenza e vinto anche lì. Il prossimo anno sarà Serie D e potrebbe presto avere il marchio Chievo se oggi vincerà l’asta con Pellissier.

I conti sono in ordine, il progetto è sano e ambizioso. L’obiettivo è quello di trasformare la Clivense in Chievo e riportarlo tra i professionisti, per poi sognare la Serie A. L’avversario dell’asta sarà ancora una volta Luca Campedelli, ex presidente del Chievo.

Impostazioni privacy