Gravissimo infortunio e stagione finita: all’ospedale in lacrime

Trasportato in ospedale in lacrime: gravissimo infortunio e stagione finita. Ecco, di seguito, tutti i particolari

Pochi secondi, un crac e l’adrenalina delle gare e le ore passate ad allenarsi con i propri compagni diventano uno sbiadito ricordo.

Pochi attimi che cambiano il corso di una stagione, con la prospettiva che cambia radicalmente: niente più incontri con gli avversari sul campo di gara ma con i medici per il lungo iter fatto di intervento chirurgico, riabilitazione e recupero del tono muscolare e, quindi, della migliore forma fisica.

Gravissimo infortunio e stagione finita
In ospedale in lacrime: stagione finita (Ansa)-calcionow.it

Quante volte abbiamo scritto, raccontato, letto di atleti che hanno visto chiudere traumaticamente la stagione agonistica anzitempo? Impossibile dirlo. Del resto, l‘infortunio per un atleta d’alto livello di qualsiasi disciplina è sempre in agguato anche se per alcuni il pericolo di finire in ospedale è più incombente (se non peggio), anzi, per essere più precisi, ‘corre sul filo dei secondi’.

Quelli che scandiscono le performance degli ‘uomini (e donne) jet’ del circo bianco: sciatori e sciatrici, specialisti delle discipline veloci, SuperGigante e discesa libera, dello sci alpino, che si lanciano a capofitto lungo i pendii raggiungendo punte di velocità che superano i 100 km/h.

Ebbene, basta un nonnulla, un ritardo di linea, un inserimento errato in curva o una posizione non perfettamente aerodinamica, per andare a sbattere contro le reti di protezione e per poi essere trasportato in elicottero al più vicino nosocomio.

Pinturault all’ospedale in lacrime: gravissimo infortunio e stagione finita

Un triste copione vissuto anche da Alexis Pinturault che è rimasto vittima di una spaventosa caduta durante il SuperG di Wengen, sulla pista del Lauberhorn, tappa svizzera del calendario iridato 2023-24 dello sci alpino.

Il 32enne transalpino, vincitore della Coppa di Cristallo generale nel 2021, ha sbagliato il salto nel tratto conclusivo perdendo il controllo dello sci sinistro e andando in rotazione in volo per poi ‘atterrare’ fragorosamente sul manto erboso dove ha iniziato una serie di capovolte prima di fermare la sua corsa rimanendo poi a lungo immobile sulla neve, con il sottofondo delle sue grida di dolore.

Pinturault, stagione finita
Pinturault, rottura del legamento crociato anteriore: stagione finita (LaPresse)-calcionow.it

Prontamente soccorso dai medici e dal personale di pista, il campione francese è stato poi trasportato in elicottero all’ospedale più vicino dove è stato sottoposto agli accertamenti diagnostici che hanno evidenziato la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro che nella caduta ha subito un’innaturale torsione: stagione finita per il 32enne francese.

Un’altra tegola per il circo bianco che ha già perso, sempre per un grave infortunio, Marco Schwarz, campione del mondo nella combinata a Cortina d’Ampezzo 2021 e vincitore della ‘coppetta’ di slalom speciale, l’unico in grado di impensierire il fuoriclasse svizzero Marco Odermatt, il ‘Maradona’ delle nevi.

Impostazioni privacy