Nuova bufera plusvalenze: sette operazioni, Juve nei guai

Ritorna lo spettro delle plusvalenze Juve, che sono costate non poco nella scorsa stagione ai bianconeri. Cosa starebbe emergendo adesso.

È ancora pasticcio plusvalenze Juve, stando a quanto riporta la edizione di sabato 13 gennaio 2024 del quotidiano “La Repubblica”, notizia ripresa poi da diversi siti web. La Procura di Genova avrebbe aperto un filone di indagini all’interno della preesistente inchiesta che riguardava presunti illeciti in ambito finanziario.

Plusvalenze Juve la Procura di Genova indaga su sette affari con la Sampdoria
Juve, nuovo caos plusvalenze (Foto Ansa) Calcionow.it

L’oggetto dell’inchiesta è la sciagurata gestione della Sampdoria. Il club blucerchiato ha vissuto un vero e proprio tracollo nel corso degli ultimi anni, finendo malamente in Serie B nella stagione 2022/2023 e sollevando più di un dubbio nel corso della gestione targata Massimo Ferrero.

Sembra che la Procura del capoluogo ligure abbia convocato alcuni dei membri del consiglio di amministrazione della stessa Sampdoria, con alcuni di essi che dovrebbero fare i conti con accuse di illeciti finanziario.

La Repubblica parla di “false comunicazioni sociali, emissione di fatture per operazioni inesistenti e dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture fittizie in relazione a compravendite di calciatori”. E che cosa c’entrano le plusvalenze della Juve?

Plusvalenze Juve, quante sono le operazioni nel mirino degli inquirenti

C’entrano, perché ora l’inchiesta si starebbe concentrando su una serie di operazioni avvenute tra bianconeri e blucerchiati in ambito di calciomercato, databili dal 2018 in poi. Ci sono anche i nomi specifici del caso fatti da “La Repubblica”.

Gli approfondimenti della Procura di Genova si stanno concentrando, entrando più nello specifico, sull’esaminare diverso materiale informatico. Gli affari che avrebbero destato più di un punto interrogativo da parte degli inquirenti riguardano sette calciatori.

Plusvalenze Juve la Procura di Genova indaga su sette affari con la Sampdoria
Procura di Genova (procura-genova.giustizia.it) Calcionow.it

Si tratta dei vari Audero (ad oggi secondo portiere dell’Inter), Peeters, Mulè, Francofonte, Stoppa, Gerbi e Vrioni. È presto per parlare di possibili conseguenze per la Juventus, che l’anno scorso era stata colpita con dieci punti di penalizzazione in classifica e con un danno di immagine non da poco.

I bianconeri, a conti fatti, secondo la Procura Federale avevano generato 60.376.449 di euro da plusvalenze fittizie riconducibili alle stagioni 2019 e 2020 e messe a bilancio. Se ne saprà di più una volta che l’inchiesta della procura genovese giungerà al termine, e presumibilmente ci vorrà ancora del tempo.

Per quanto riguarda la Sampdoria, il sodalizio che fu di Roberto Mancini e di Gianluca Vialli è finito da tempo in un baratro dal quale sembra difficile trovare una via di uscita.

Nonostante il passaggio di consegne da Massimo Ferrero a Matteo Manfredi ed Andrea Radrizzani, lo stesso Ferrero figura ancora tra gli azionisti. Cosa che, secondo alcune figure vicine al Doria, starebbe bloccando la ricostruzione societaria del club.

Impostazioni privacy