Bocciatura clamorosa per il cartellino blu: parole pesantissime

La novità del cartellino blu nel calcio, che verrà testato da prima nelle serie minori, continua a non piacere: ecco un’altra bocciatura con parole pesantissime

Questa settimana il mondo del calcio si è svegliato con una novità che ha molto il sapore della rivoluzione: il cartellino blu. Il 2 marzo l’Ifab, ovvero l’unico organo internazionale che può apportare modifiche al regolamento del mondo del pallone, darà il via libera all’espulsione a tempo ma, come precisato da una nota della Fifa, non farà subito il suo ingresso nel calcio top, ma verrà testato nelle serie inferiori.

Bocciatura pesante per il cartellino blu
La scelta di introdurre il cartellino blu continua a far discutere (ansafoto) – calcionow.it

Insomma, in soldoni: il cartellino blu non verrà usato in Fa Cup né, tantomeno, in Premier League. Anche perché dall’Inghilterra, a turno, un po’ tutti si stanno lamentando di questa novità che proviene da altri sport come la pallanuoto, l’hockey, il rugby e la pallamano.

E questo nonostante i suoi intenti siano di fatto nobili, ovvero evitare che i calciatori pressino l’arbitro nel momento in cui deve prendere una decisione importante, o un fallo commesso sia al limite tra un’ammonizione e un’espulsione da rosso. A completare il lungo elenco di personaggi di spicco che vedono male l’introduzione del cartellino blu, comunque, c’è Jurgen Klopp.

Klopp contro il cartellino blu: “Non è una fantastica idea, manterrei le cose semplici”

L’allenatore del Liverpool che, a fine stagione, abbandonerà la panchina dei Reds dopo nove anni in cui ha vinto sia la Premier League (che mancava ad Anfield dal 1990) sia la Champions League, non è una persona che le manda a dire e, anche in quest’occasione, non ha mancato di fornire la sua opinione.

Klopp si è esposto contro il cartellino blu
Klopp si è schierato apertamente contro il cartellino blu (LaPresse) – calcionow.it

Interrogato sull’argomento, il tecnico tedesco ha iniziato dicendo che lui manterrebbe le cose il più semplice possibile. Non solo, però. Klopp ha anche detto che “non suona come un’idea fantastica” quella del cartellino blu. Allo stesso, ha precisato che “non ricorda idee fantastiche da parte dei ragazzi dell’Ifab” e questo nonostante lui abbia alle spalle la bellezza di 56 primavere. Ergo: possibilità bocciata per l’allenatore, ma al pari delle altre che sono state prese nel corso degli anni.

Dati i presupposti e, specialmente, le polemiche che stanno animando il dibattito sull’argomento, chissà come sarà difficile mettere in pratica questa novità, anche nelle serie minori. Per i calciatori, certo, che potrebbero non essere in campo per un’azione decisiva salvo tornarci qualche minuto dopo, ma anche per gli arbitri.

Impostazioni privacy