Nuovo virus in Giappone: rinviata la sfida, allarme totale

Non finiscono i problemi in Giappone: è scattato subito un nuovo allarme, la sfida è saltata. Non si giocherà, tutti i dettagli della vicenda

Un altro momento terribile con la notizia che è diventata virale nelle ultime ore diffondendosi sui social. Altri casi di virus che si sono diffusi in Giappone negli ultimi tempi: ecco tutta la ricostruzione della vicenda.

Rinviata sfida nuovo allarme virus in Giappone
Rinviata sfida nuovo allarme virus in Giappone, tutti i dettagli – Lapresse – calcionow.it

 

Abbiamo vissuto anni infernali a causa dell’emergenza sanitaria che ha colpito tutto il mondo. Anche il calcio e lo sport in generale si sono fermati per lungo tempo: ora è scattato un nuovo allarme in Giappone. Un momento davvero caotico con l’allarme scattato in Giappone. La preoccupazione è davvero seria con i primi dati registrati: ecco quello che sta succedendo.

Giappone, ore terribili: la verità sulla nuova emergenza

Non finiscono i colpi di scena a livello internazionale: ecco la nuova tempesta che si è abbattuta in Giappone che ha fatto anche rinviare una partita delle qualificazioni ai Mondiali 2026.

Allarme virus in Giappone sfida rinviata subito
Allarme virus in Giappone sfida rinviata subito, ecco cosa succede – Lapresse – calcionow.it

 

Ora è tempo già di qualificazione ai prossimi Mondiali che si disputeranno nel 2026: la Corea del Nord ha deciso di non andare in Giappone per la sfida a causa della sindrome da shock tossico streptococcico. Il Paese nipponico è stato colpito da un nuovo virus: la partita è stata rinviata a data da destinarsi con la conferma dell’AFC.

Secondo le prime stime l’infezione batterica si sta diffondendo a macchia d’olio registrando 941 casi di STSS  lo scorso anno. Ora nel 2024 ci sarà un aumento esponenziale visto che già nei primi mesi ci sono stati 378 casi, come riportato dalla stampa nipponica.  Un nuovo virus sta tenendo banco in Giappone arrecando tanta preoccupazione anche nel mondo del calcio.

Impostazioni privacy