“È successo in Nazionale”, Cassano svela un aneddoto su Buffon | Nessuno lo sapeva

Non c’è giorno senza il quale Antonio Cassano non lanci un dardo dei suoi. Il talento di Bari Vecchia stavolta su Twitch ha ricordato tre big con cui ha condiviso la maglia azzurra.

Quaranta anni compiuti il 12 luglio scorso, Cassano con la selezione azzurra maggiore ha giocato 39 gare, segnando 10 reti. Ha esordito il 12 novembre 2003 con Giovanni Trapattoni, 83 minuti, Polonia-Italia 3-1. Sipario il 24 giugno 2014, ai mondiali giocò i 19 minuti finali della sconfitta azzurra per 1-0 con l’Uruguay. In panchina c’era Cesare Prandelli.

Cassano a Bobo Tv ha speso belle parole per i suoi compagni in azzurro.
Vieri, Cassano e Gattuso ai tempi della nazionale (LaPresse)

Il fantasista lanciato da Eugenio Fascetti, con il tricolore vanta una lunga militanza. Nove gettoni e due reti con l’Under 15, due gettoni con Under 16 e Under 18. Due gol in otto recite con l’Under 20, un sigillo e una recite in più con l’Under 21.

Il talento di Bari Vecchia: “Buffon genuino come un bambino”

L’ex giocatore, tra gli altri, di Roma, Milan e Inter, ormai dal divano di casa, ospite di Bobo Tv, non perde occasione per creare discussioni e rivelare aneddoti.
Insieme con Nicola Ventola, anche lui pugliese essendo nato a Grumo Appula, in provincia di Bari, Cassano si è soffermato sull’attuale portiere del Parma. “Per genuinità scelgo Gianluigi Buffon, perché noi lo vediamo oggi a 44 anni. Ma è genuino come un bambino.

Cassano ha elogiato Buffon, ricordando il suo spirito da bambino n azzurro.
Buffon con la maglia del Parma (LaPresse)

In nazionale parlava con Spazzolino (Pietro Lombardi, storico magazziniere dell’Italia n.d.r.), con il cuoco e con tutte le persone. Quello che mi ha lasciato è il ricordo di un bambino felice come al parco giochi.

Sempre carico, entusiasta. Quello che mi ha dato lui in nazionale non lo ha dato nessuno”, ha detto a Bobo Tv.

Cassano: “Gattuso il vero capitano azzurro”

L’ex Real Madrid si è poi soffermato su un suo vecchio compagno di squadra al Milan, attualmente tecnico del Valencia. “Per la personalità scelgo Gennaro Gattuso. Affrontava il mondo con una grinta incredibile. Lui mi prendeva con il dito che io chiamavo “amo” e mi portava in giro oppure me le dava in testa. Ragazzo favoloso di gruppo, una personalità eccezionale. Il vero capitano della nazionale” ha concluso Fantantonio.

Cassano ha parlato con nostalgia della nazionale.
Cassano sorridente (LaPresse)

Con i rossoneri (Gennaio 2011-agosto 2012), Cassano ha disputato 40 match, conditi da otto reti e 17 assist. Sull’altra sponda meneghina (2012-2013), nove gol e 15 assistenze in 39 gare. La Roma (2001-2006) resta la squadra con cui ha disputato più partite: 161 sfide, 52 timbri e 27 assist.

L’ex Blancos: “Vieri in azzurro aveva una passione senza eguali”

All’elenco di Cassano non poteva mancare Bobo Vieri, suo compagno di convivi calcistici, e non solo. “Bobo ha giocato in tantissime le squadre ma quando metteva la maglia della nazionale aveva una passione incredibile. Quella passione non l’ho ritrovata in nessun altro calciatore. Era innamorato dell’Italia” ha concluso il barese. I numeri dell’ariete di Bologna in azzurro sono impressionanti. Con la selezione maggiore 23 reti in 49 match. Undici i sigilli in 22 gare con l’Under 21. Infine, una rete in tre recite con l’Under 23.