Verso la Serie A: cessione immediata del club o fallimento, il motivo

La nuova stagione sta per iniziare ma ci sono ancora molti problemi per tante società che ora sono costrette alla cessione, o c’è il rischio fallimento.

I problemi economici stanno attanagliando il calcio italiano, dalla Serie A alle serie minori. Ci sono tante difficoltà che le società non riescono a risolvere e stanno decidendo di avviare le pratiche per la cessione immediata della società per evitare catastrofi sportive.

Reggina retrocessione
Reggina retrocessione (LaPresse) – calcionow.it

Il futuro del club storico è sotto la lente d’ingrandimento della FIGC e ora è iniziata la corsa contro il tempo per risolvere i problemi. La stagione sta per iniziare e sarà fondamentale riuscire a rientrare nei parametri economici per evitare il rischio fallimento.

Verso la nuova Serie A: cessione del club o fallimento

Il calcio è al centro di situazioni controverse che possono portare alla cessione immediata del club storico. La posizione della società ormai è chiara, si stanno cercando compratori che possano garantire la salvezza della società anche in termini economici. Servirà dare certezze anche a tutti i tifosi che si aspettano il grande salto di qualità nella prossima stagione.

Le novità sul calcio italiano sono molteplici e nei prossimi possono aprirsi nuovi fronti importanti che porteranno le società a cambiare proprietà. L’ondata di crisi senza precedenti ha creato numerosei problemi e tante realtà sono andate in pesante difficoltà per risollevarsi.

In Serie B la Reggina ha grandi piani: il primo è risalire in Serie A nella prossima stagione. Ma per iscriversi al campionato cadetto e non avere problemi con penalizzazioni o addirittura rischiare il fallimento, c’è bisogno della cessione.

Cessione Reggina: Saladini pronto a salutare

In casa Reggina si vive con il fiato sospeso per il futuro del club. Un anno fa Saladini acquistò la società calabrese ma ora ha deciso già di vendere. Un anno caratterizzato da ottimi risultati sportivi ma anche da vicissitudini societarie che hanno creato molti problemi, ancora ora irrisolti.

Il ritardo nell’omologa del Tribunale al piano di ristrutturazione dei debiti è costato una penalizzazione in classifica nello scorso campionato e ora può continuare a creare caos. I magistrati hanno dato l’ok al club granata e ora Saladini vuole cedere la Reggina. Il nuovo proprietario della società calabrese può arrivare dalla Svizzera. Si è parlato dell’imprenditore Bruno Grande, torinese, che in terra elvetica ha costruito una fortuna nel settore tessile, e di Ernesto Bertarelli.

Il 30 giugno arriverà il verdetto della Covisoc e la settimana appena iniziata può essere determinante per il passaggio di proprietà.

Cessione Reggina
Cessione Reggina (LaPresse) – calcionow.it

Reggina nel caos: esclusione dalla Serie B

I 750mila euro che la Reggina deve allo Stato per il risanamento dei debiti sono stati pagati in ritardo e ora l’iscrizione al campionato di Serie B è fortemente a rischio. Ma ovviamente il club granata non ha presentato neppure domanda di iscrizione in Serie C e il rischio pesantissimo è quello di ripartire dalla Serie D.

Futuro Reggina
Futuro Reggina (LaPresse) – calcionow.it

Per la Reggina è iniziato un periodo caldissimo che rischia di terminare con sentenze pesantissime e poi i ricorsi. Entro un mese si deciderà definitivamente come sarà comosta la prossima Serie B.

Impostazioni privacy